cabezal
logo introduccion 2
Pin It

monteurano100Di Elisabetta Montevidoni

La reale natura dell’uomo è la luce e ciò che lo distingue dagli altri esseri è la coscienza. Più l’uomo scopre la sua reale identità prendendo consapevolezza attraverso l’Amore disinteressato, più espande la coscienza e  si avvicina alla Luce del Signore e dei Suoi angeli.

Scriveva Eugenio Siragusa:
Quando non si ha più la cera negli occhi e nelle orecchie, si vede la Luce della Verità e si sente la parola soavissima di Dio e dei suoi Angeli. Essere incompresi dai ciechi e dai sordi è destino di tutti coloro che vedono ed odono quando altri non sono in grado di vedere e di sentire.

La verità si rivela ai cuori amanti dell'Amore del Signore del creato e ad essi è dato il privilegio di conversare con i suoi angeli, di vederli, di vivere la vita compenetrati dalle Divine Virtù che a loro il Signore concede per dispensare secondo la sua Santa Volontà.
Beati coloro che anelano alla Luce dell'Amore più grande di tutti gli Amori e che ubbidiscono con fede adamantina alla legge della sua Celeste Giustizia.
monteuranoIl tempo del Signore viene, anzi è già venuto e le doglie del parto del suo giudizio sono iniziate.
La incomprensione di coloro che non sono in grado di capire non ci ferisce, anzi suscita nei nostri cuori pietà e commiserazione.
Noi siamo vigili e tali rimarremo perché sappiamo di essere nel giusto e perché vediamo e sentiamo, non siamo né ciechi né sordi. La pace è nei nostri cuori e l'allegrezza nei nostri spiriti. Nulla, nulla temiamo perché sappiamo di essere saldi in Eterno ed in Eterno liberi dalla seconda morte.
S. Maria La Stella, 3 Aprile 1971

L’Associazione culturale Giordano Bruno il 3 settembre ha organizzato l’evento annuale,  dal titolo “La presenza degli esseri di luce nel vangelo  e la seconda venuta di Cristo”,  per ricordare la memoria di Eugenio Siragusa, padre spirituale di Giorgio Bongiovanni e  iniziatore dell’opera giovannea e per commemorare la data del 2 di settembre, data in cui nel 1989 si manifestarono le sacre stigmate permanenti all’interno della suddetta opera che, come ha spiegato Pier Giorgio Caria,  “hanno dato un nuovo impulso e una grandissima apertura manifestando un sincretismo che fino a quel momento era rimasto solo nelle spiegazioni e nei messaggi che questo grande contattato aveva diffuso nel mondo unendo due ambiti apparentemente inconciliabili, il Mondo divino e il mondo umano”.

Il 24 Maggio 1991 Eugenio scriveva riguardo al Segno delle Stigmate:                              
Gli eventi già profetizzati sono noti a tutti, s'ignorano il giorno e l'ora: potrebbe essere domani!   Ma la gente non crede e si trastulla, annega nei piaceri più sfrenati e dissolutori, evade e si lascia andare scomponendo tutti i valori morali, spirituali ed umanitari.   
Si ammorba la vita con le violenze più inaudite e barbare, trascurando di guardare il "ficuccio" che sta per germogliare.  Prodigi che si appalesano in cielo e in terra, gli "strani" sogni dei vecchi e l'imprevedibile genialità spirituale dei bambini.              
La voglia di far male è divenuta inarrestabile, gli ordigni di morte e di distruzione innalzati sull'ara della vita pronti ad annientarla. La falce della morte recide esistenze su tutta la faccia della terra e le forze della natura si sollevano sempre più minacciose contro l'uomo imbelle e codardo.  Preparatevi, dunque, perché è vero che il giorno e l'ora del giudizio di questo mondo sono in un tempo assai prossimo. Non chiedetemi più nulla perché non ho più nulla da dirvi. Ma Giorgio Bongiovanni, con le sue stimmate, è il testimonio regale dell'annuncio dell'Apocalisse.

La conferenza inizia con la presentazione da parte di Giovanni Bongiovanni dell’associazione onlus Funima International fondata da suo padre nel 2005 con il fine di cercare fondi per poter realizzare progetti a favore dei  bambini di strada in Paraguay e dei bambini poveri della cordigliera delle Ande, luoghi impervi, privi di assistenza sanitaria, di scuole e di acqua potabile. Tutto questo in collaborazione con associazioni amiche e volontari che operano sul territorio. Negli ultimi anni Funima opera anche in Italia, a Palermo, nel quartiere povero di Bagheria.
monteurano3Flavio Ciucani, storico appassionato di storia sacra ha illustrato e messo in relazione la presenza  degli esseri di luce nei testi sacri delle diverse religioni e nella mitologia. Dall’Angelos, messaggero degli dei, Flavio arriva al fenomeno delle apparizioni mariane sottolineando che la Luce è l’elemento fondamentale delle apparizioni perché la Madonna viene vista uscire da una nube luminosa o da un globo di luce; Flavio si addentra poi nel cuore del messaggio celeste evidenziando che soprattutto nell’ultimo secolo le apparizioni sono state incisive  per indurre il cambiamento del destino tragico dell’umanità ma purtroppo esse sono state occultate o manipolate dal potere anticristico che impera nel mondo. Solo attraverso una ricerca autonoma, approfondendo la lettura e collegando i vari testi e le varie esperienze mistiche si può riuscire a discernere la Verità. A La Salette nel 1846 la Madonna appare a due bambini che conoscono solamente la lingua dialettale, quindi nella loro semplicità essi non potevano raccontare fantasie in termini eruditi. La Vergine Santa parla loro del precursore dell’anticristo che indurrà la gente a credere che vivere in pace significa vivere bene nella materia, poi annuncia l’avvento dell’anticristo, problemi e scontri all’interno della Chiesa, grandi carestie, guerre, terremoti e paesi sommersi… tutte cose che oggi stiamo vivendo! Nel 1917 la Madonna appare a Fatima a tre pastorelli ma il messaggio di Fatima, quello integrale, resta segreto, poi subisce una manipolazione prima di essere ufficializzato e a tutt’oggi ci viene ancora nascosta la parte incisiva.  Ecco che il Cielo durante l’arco del secolo scorso prende contatto con altri semplici strumenti umani disponibili a dare un messaggio senza filtri. La stigmatizzata Teresa Musco nel 1948 riceve messaggi di ammonimento per il genere umano, anch’essi però verranno occultati alla massa. Gesù nei messaggi annuncia:  “Il mio regno è molto più vicino di quanto si possa immaginare ma prima gli uomini si distruggeranno tra loro per questa ostinata ambizione di potere, ricchezze, dominio, supremazia… l’uomo ha dimenticato le mie leggi e cammina lungo la strada della sua imminente rovina…  prima che il Signore avvolga il mondo col fuoco della Sua ira è necessario che i buoni accendano nel cuore dei propri fratelli il cuore dell’amore, per questo è urgente istruire i fratelli e divulgare, perché questo è il tempo della battaglia… saranno tempi peggiori del diluvio … il mondo deve prepararsi a resistere agli attacchi della bestia…” La Madonna dell’Addolorata appare a Gimigliano di Venarotta in provincia di Ascoli Piceno in due periodi, nel 1948 e nel 1986  e in questo luogo si verifica, insieme ad altri segni,  il prodigio della danza del sole come a Fatima. In alcuni messaggi si legge: “… il demonio sta attaccando lo spirito degli scienziati…si devono cessare gli esperimenti nucleari… se il mondo continua così un grande castigo incombe sul genere umano … sono pronte le schiere di angeli... Sì, vedrete presto mio Figlio, verrà a purificare la terra... Ci saranno alluvioni, cicloni, siccità, carestia, attentati, barbare uccisioni, maremoti, esploderanno i vulcani, lo Stromboli è il più pericoloso… la purificazione è necessaria, il mondo non finirà, ma continuerà… Il Salvatore verrà nella Sua gloria, con i suoi Angeli: non è una fiaba. Tutti devono sapere... sta spuntando il Sole della giustizia divina, spunterà all’orizzonte e cambierà la faccia della terra... Quando di notte si vedrà la Croce luminosa, sentirete il profumo angelico, arriva Gesù nella Sua gloria e il mio Cuore trionferà!"

Messaggi apocalittici vengono consegnati nel 1983 anche a San Nicolas in Argentina, alla veggente Gladys Quiroga de Motta: "In questo momento l'umanità è appesa a un filo. Se quel filo si rompe, molti non avranno salvezza. Per questo motivo chiamo alla riflessione. Affrettatevi, perché il tempo sta terminando. Non ci sarà posto per chi arriverà in ritardo. Il Signore desidera che tutti godano del suo regno. A quelli che sono lontani da Lui, dico: avvicinatevi, avvicinatevi, Gesù Cristo è a portata di mano… Dio si aspetta dagli uomini il pentimento, l'ansia di essere nuovi. Io vi dico: vi sono vicino, cammino vicino voi..."  Nel 1973 ad Akito in Giappone suor Agnese veggente riceve messaggi con gli stessi contenuti:  …“I tempi si sono accorciati , sta arrivando l’ira di Dio,  dovete prepararvi a fare una scelta…” Nel 1986 tra le righe dei messaggi di ammonimento ricevuti dal veggente Rosario Toscano di Belpasso (CT) leggiamo: “Il mondo è stracolmo di ingiustizie, di oppressioni, di peccati. Le nazioni del mondo dipendono da due nazioni più grandi, ma tutte sbagliano. In America e negli stati che dipendono da essa il troppo liberalismo ha fatto diventare il peccato una cosa lecita, e l’indifferenza contro il fratello bisognoso che muore di fame e di stenti una cosa necessaria. In Russia e negli stati che dipendono da essa, invece, le troppe costrizioni, la fame e le persecuzioni contro la Chiesa hanno ridotto l’uomo quasi quanto un animale insignificante. Quante spine sono state infitte nel mio Cuore! E quante me ne stanno infiggendo per i loro errori che hanno sparso su tutta la terra! Che le nazioni stiano attente perché la potenza della mano di Dio potrebbe abbattersi su di loro! Per questo motivo desidero che non solo si converta la Russia e si consacri al mio Cuore Immacolato, cosa che presto avverrà, ma che si converta anche l’America. Che il regno del Signore Gesù Cristo venga presto, e che ci sia l’avvento dell’era di giustizia, di carità e di pace!" Nel 1987 la veggente suor Anna Adija Ali, vicina a Monsignor Milingo, in Vaticano riceve: "Le anime si sono alleate a Satana a causa di peccati di ogni genere. Sull'umanità si abbatterà un grande castigo. Se i ministri non ascoltano la Mia angosciosa chiamata, guideranno l'umanità verso grandi sofferenze… "Guarda i buoni che vivono una vita letargica in mezzo a molti ostacoli che non hanno la forza di superare. Il diavolo li lusinga con una libertà esagerata e senza scrupoli. Non credono all'esistenza di niente: figlia Mia, che amarezza… Questa è l'ora dell'Apocalisse... Se non si pentono conosceranno solo la desolazione".

Pier Giorgio Caria prosegue: -“Questo tipo di spiegazioni ricevute da Flavio, questo modo di informare, non è usuale! Sono temi complessi e incomprensibili alla luce della situazione culturale, sociale e scientifica della umanità  di oggi… le leggi che governano la nostra esistenza riguardano la nostra vera natura che è luce, cioè spirito. Perché noi siamo uno spirito intelligente che temporaneamente, finché morte non ci separerà, ha un corpo. Ma lo spirito è eterno, quindi le leggi spirituali sono molto più importanti delle leggi fisiche materiali. L’uomo attraverso le sue azioni interagisce con la Creazione finché essa ci dà una risposta… se non riusciamo a controllare le azioni non riusciremo a controllare di conseguenza neanche le reazioni della Creazione:  legge di causa ed effetto. Cristo la enuncia quando dice a Pietro: “chi di spada ferisce di spada perirà”... quello che gli orientali chiamano Karma. Oggi quindi ci troviamo in una situazione drammatica… i disastri tremendi avvenuti a Fukushima e a Chernobyl sono reazioni che abbiamo provocato noi stessi… Purtroppo l’Informazione è manipolata e artefatta per renderci schiavi di chi ci domina quindi non ci rendiamo conto degli eventi pensando che sia frutto del caso, invece tutto è soggetto a leggi cosmiche… noi dobbiamo riformarci per riappropriarci della gestione della nostra vita... L’uomo divino ci dà informazioni da millenni attraverso i profeti, veggenti, contattati, ma l’uomo umano si corrompe,  degenera  o manipola l’informazione… l’informazione ci dovrebbe fornire la capacità di leggere la realtà, i fatti della nostra vita…  Noi pratichiamo una religione per sentito dire ma non conosciamo nulla delle leggi che Cristo ha insegnato… è come volersi laureare in ingegneria leggendo su internet, ascoltando la radio e la tv quando invece bisogna andare all’università, studiare libri di testo, partecipare a stage, dare esami, fare specializzazioni e tirocinio…”.

Pier Giorgio continua ricordando l’esperienza mistica e le tappe della missione di Giorgio nel mondo mostrando le evidenze più eclatanti tra le innumerevoli raccolte da ogni parte del Pianeta. Giorgio arriva dopo la sanguinazione dalle sacre stigmate e apre il suo intervento ricordando la strage di mafia in cui il giorno 3 settembre perse la vita il generale Carlo Alberto dalla Chiesa che Giorgio considera il padre della patria per eccellenza e precisa quindi che i santi non sono solamente quelle persone che si dedicano ad una vita evangelica missionaria clericale come San Francesco, Padre Pio, Madre Teresa, Padre Puglisi, ma anche i laici martiri della libertà e della giustizia per il semplice fatto che hanno donato la vita al prossimo per il cambiamento della società ad imitazione di Cristo quindi sono veri messaggeri di Dio. –“Falcone e Borsellino, disse Caponnetto, sono due meteore, due stelle che ogni tot. di secoli  Dio manda sulla Terra… Il primo messaggio che vi do stasera è che la salvezza non è per tutti… quando i sacerdoti dicono che Cristo ha salvato tutti si sbagliano o mentono! Infatti nel vangelo si legge molto chiaramente che Gesù separerà il grano dalla zizzania semplicemente identificabili dalle loro azioni… A chi ha seminato bene o si è pentito con il cuore Cristo dirà: Ti conosco!  Ma chi non si è pentito non sarà salvato. La salvezza non è per tutti, ma per chi la merita.

monteurano2Il Signore  mi ha dato il compito di dire la Verità. Bisogna leggere il Vangelo affinché noi possiamo acquisire i valori che ci permettono di entrare  nel regno dei Cieli.  Se siete qui stasera significa che non siete solo interessati ai valori materiali ma anche a quelli spirituali… Cristo sta dando segni della Sua presenza sulla terra ed annuncia la Sua prossima venuta/manifestazione. Quindi ci dobbiamo preparare a riceverLo secondo gli insegnamenti del vangelo. Con la Sua prossima venuta non sarà giudicato, ma sarà Lui stavolta il Giudice delle nostre anime. Darà condanne e assoluzioni. Quel giorno dobbiamo farci trovare pronti… perché se facciamo la bella vita immersi nelle illusioni della materia saremo giudicati negativamente… questo tempo si sta manifestando perché si sta preparando un altro mondo quindi dobbiamo prepararci ad essere migliori e a cambiare il nostro stile di vita. Stasera vi voglio lasciare con la parola Alchimia… Si può trasformare il Bene in Male e il male in Bene. Io ho conosciuto alchimisti come Saint Germain il quale trasformava il piombo in oro a significare che la materia grezza si può trasformare in oro/luce. Lo spirito può fare alchimia… cambiare la propria vita… come ha fatto San Paolo che da assassino persecutore di cristiani ha poi amato e servito i fratelli in nome di Cristo… quindi dobbiamo cambiare la nostra vita in una vita di dedizione al prossimo per incontrare Cristo. Nel vangelo ci vengono dati pochi insegnamenti ma sono grandissimi e chiarissimi. Cristo ci parla dell’Amore e parla a tutti. Ma non si può intraprendere un cammino spirituale se non si è umili… Cristo si era ritirato a Tiro e Sidone e aveva chiesto di non essere disturbato da nessuno. Tuttavia arrivò una donna Cananea che si fece un lungo cammino per andarlo a trovare e arrivata lì si fece strada per andare davanti al Signore e chiedergli di guarire sua figlia. Gesù le rispose che Lui era venuto solo per Israele ma data la sua insistenza Gesù disse che non si poteva gettare il pane della mensa per sfamare i cagnolini… quindi Gesù la stava trattando con razzismo per metterla alla prova… la donna rispose che anche i cagnolini attendono sotto la mensa per mangiarsi le briciole… al che Gesù disse che la fede della donna era tanto grande da meritarsi la guarigione della figlia. L’insegnamento è che se abbiamo fede in Cristo Lui ci elegge. L’insegnamento evangelico è estremo, è l’insegnamento per eccellenza (vangelo Matteo 15,21)…Cristo poi ci esorta a non possedere niente. Quando il giovane ricco andò dal Signore Gesù gli ricorda i 7 comandamenti e gli dice di mettere tutte le sue ricchezze a disposizione degli altri. Gesù è amore e misericordia ma anche sublime Giustizia. Poi quando un cieco venne guarito dal Signore due farisei si adirarono perché era sabato. Gesù quindi disse che era venuto per dare la vista a chi non ce l’aveva e a toglierla a chi credeva di averla. E quando gli scribi gli domandarono: che vorresti dire che noi vediamo? Che non siamo giusti? Cristo aggiunse: Se foste ciechi sareste perdonati ma siccome dite di vedere il vostro peccato rimane e io vi accuso! Gesù non è debole, è giusto… quando resuscita non si fa vedere da nessuno, è un atto di giustizia… Quando il Signore appare Maria le dice di annunciare l’evento della sua resurrezione al resto dei fratelli… non si presenta ai potenti Gesù perché il suo messaggio era rivolto ai poveri,  ai cuori della gente semplice. …Cristo poi quando è sulla croce accetta il ladrone perché pentito, in cinque minuti aveva capito tutto… ovviamente è un simbolo per farci capire che c’è sempre tempo per riscattarci… quindi l’insegnamento è che se noi ci pentiamo veramente e diamo la vita per riscattarci ci guadagniamo il regno dei Cieli….

Giorgio conclude parlando della Madonna che lo ha chiamato e stigmatizzato a Fatima nel 1989: “La Madonna non è quella che voi pensate, è molto di più… non è solo quella che voi pregate, Ave Maria o piena di grazia, è molto di più!!! Lei è il custode del vangelo! La Santa Madre è l’annunciatore dell’Apocalisse e si serve di Giovanni l’apostolo e di Giovanni Battista per annunciare il ritorno di Cristo. Ma siccome, probabilmente, i due Giovanni con tutta la loro buona volontà, fede e abnegazione non riescono a fare tutto… o forse nonostante hanno fatto tutto il disegno era questo… ecco che la Santa Madre scende dal Cielo e appare. Negli ultimi duemila anni è apparsa forse più di mille volte in  tutto il Pianeta ma l’apparizione più importante è quella di Fatima perché li la Madonna rivela il tempo del ritorno di Cristo con chiarezza… La Madonna chiese a me, che ero un piccolo imprenditore di Porto Sant’Elpidio emigrato dalla Sicilia, di diffondere nel mondo il terzo segreto di Fatima…mi sono sentito come la Cananea e grazie alla fede ho creduto di poterlo fare…ho venduto tutto quello che avevo e ho girato il mondo,  sono stato  nelle televisioni e nelle radio della Russia,  del Sud  e centro America, dell’Africa, ecc.… ho parlato ad oltre un miliardo di persone ma qui non lo sa nessuno…ed è meglio così…La Madonna è la manifestazione dello Spirito santo: Colei che da la vita a Cristo, lo prende dentro di sé e ce lo dona… solo lo Spirito Santo può donarci Cristo… la Santa Madre porta dentro di sé i cinque vangeli…il quinto vangelo per me è l’Apocalisse. La santa Madre è l’annunciatrice ed è l’ultima possibilità che il Padre divino ci ha dato per redimerci!... Io amo molto la Chiesa, prima la odiavo, paradossalmente mi sono innamorato tanto della Chiesa dei poveri, della Chiesa dei sacerdoti di Palermo che lottano contro la Mafia, della Chiesa dei vescovi come Romero che ha dato la vita nel Salvador ucciso da un commando di criminali mafiosi i cui mandanti erano uomini di Stato e di Chiesa… sono innamorato della Chiesa di quei sacerdoti che girano sotto scorta che hanno battezzato i miei figli… sono innamorato di  San Francesco, Padre Pio… ma detesto la Chiesa dei pedofili, dei criminali mafiosi, la Chiesa che ha dato spazio a Cosa Nostra per investire i miliardi guadagnati con la droga… la Chiesa che si è prestata a dare il proprio Banco dove ci sono le offerte per i poveri… se non si pentiranno Cristo distruggerà quella Chiesa e salverà la nostra vera Chiesa… noi vogliamo una Chiesa riformata… noi vogliamo che Papa Francesco la riformi, ma vogliamo che abbia più coraggio; ammiriamo le gesta che fa ma a volte ci lascia interdetti!... Da un lato scomunica i mafiosi dall’altro riceve il primo ministro mafioso Kosovaro sterminatore di uomini… quindi la Santa Madre Chiesa, quella vera è protetta dalla Santa Vergine… perché la Chiesa cristiana cattolica alla fine, come diceva Giordano Bruno, io non posso non amarla… io sono nato nella Chiesa di Cristo e morirò per la Chiesa di Cristo!"

Per riascoltare tutti gli interventi integrali della conferenza
https://www.youtube.com/watch?v=OeAa1RgMT44
In fede


Elisabetta Montevidoni
Segreteria Dal Cielo alla Terra
Sant’Elpidio a Mare, li 7 settembre 2016

DVD - BOLETINES - LIBROS

unalagrima2

 

boletineslink

LIBROS

elretorno humanidadtapa

 
 TAPA100 TAPA LIBRO laira
 

 libroicontattiuniti139

SITIOS AMIGOS

220x130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

bannersitoarca

SITIOS RELACIONADOS